GUIDA AI FRIGO PROFESSIONALI

Come Scegliere il Frigorifero Professionale

Se sei arrivato in questa sezione molto probabilmente sei alla ricerca di un armadio refrigerato da inserire all'interno della tua cucina professionale. Allora vogliamo aiutarti in questo percorso mettendoti a disposizione una piccola ma utile guida all'acquisto. Innanzitutto tieni presente che gli armadi frigoriferi generalmente si scelgono in base ad alcune macro caratteristiche fondamentali.

Per praticità ti proponiamo qui di seguito quelle che secondo noi sono le più importanti da tenere in considerazione.

1) INTRODUZIONE

Una delle prime cose da valutare è il range delle temperature di cui hai necessità, poi va presa in considerazione la tecnologia di refrigerazione da scegliere in base alla tipologia dei prodotti che devi conservare e in ultimo ma non per importanza va valutata la tipologia dei materiali con cui deve essere realizzato il prodotto.

2) TECNOLOGIA DI REFRIGERAZIONE

Semplificando, si può affermare che i frigoriferi professionali sono suddivisi in due grandi famiglie: Statici e Ventilati. I frigoriferi statici, sono così definiti perché il raffreddamento al loro interno avviene tramite degli evaporatori (che sono dei circuiti in cui il gas viene fatto espandere per poter assorbire il calore presente nel vano interno del refrigerato) generalmente posizionati nello schienale interno, i quali raffreddano per irradiamento naturale, mentre nei frigoriferi ventilati il raffreddamento viene propagato tramite ventole che generano una circolazione forzata dell'aria.

3) Vetrina frigorifera: STATICA O VENTILATA?

a) Refrigerazione Statica:

La vetrina frigorifera con tecnologia statica la ritroviamo solitamente in apparecchiature di piccole o medie dimensioni, spesso utilizzate in Bar, Pub o Ristoranti per raffrescare bibite o alcolici. Una delle caratteristiche principali è un livello di umidità elevato particolarmente indicato anche per i cibi freschi.

Come svantaggio nelle versioni a temperatura negativa, avremo la necessità una sbrinatura manuale periodica, consigliabile ogni qual volta si venga a creare un inspessimento del strato di ghiaccio sulla parete dell'evaporatore. In caso contrario il rendimento del refrigerato comincerebbe a diminuire generando un consumo energetico maggiore rispetto alla normale condizione di utilizzo.

b) Refrigerazione Ventilata:

Il frigorifero industriale o il congelatore professionale ventilato non necessitano di essere sbrinati e sono in grado di limitare la formazione di muffe o cattivi odori al loro interno grazie ad un sistema di ventilazione forzata dell’aria che riduce al minimo la formazione di brina, uniformando efficacemente la temperatura. 

Tutto ciò elimina anche il fastidioso effetto di stratificazione delle temperature, in particolare nei refrigerati di medie e grandi dimensioni. Il freddo prodotto è di tipo secco, e ciò può comportare l’inaridimento degli alimenti freschi se non correttamente confezionati. E’ dunque buona norma isolarli tramite buste o contenitori ermetici prima di posizionarli all'interno del refrigerato.

4)TIPI DI GAS

Ricorda di prestare attenzione anche ai consumi energetici: a questo proposito una delle variabili da prendere in considerazione è il tipo di gas refrigerante utilizzato.

R290 il gas alleato dell'ambiente:

  • L’utilizzo del gas refrigerante R290 (propano) è sempre più diffuso, principalmente per 2 motivi:
  • ● Il suo impego non è dannoso per l’atmosfera: ecologico
  • ● Riduce sensibilmente il consumo energetico: economico
  •  

Il propano (R290) è un gas naturale che viene sempre più utilizzato come alternativa ai classici gas R404a e R134a solitamente impiegati nelle apparecchiature commerciali come ad esempio gli armadi refrigerati, gli abbattitori, ecc… La scelta del gas refrigerante R290 è stata introdotta dalle legge Europea n. 517/2014 del 16 aprile 2014 sui gas fluorurati che abroga il vecchio regolamento CE n.842/2006.

Tutto ciò con l’intento di ridurre drasticamente l’utilizzo dei gas dannosi per l’atmosfera entro il 2030. La maggior parte dei nostri frigo professionali viene allestita con gas R290 al fine di garantire: ottime prestazioni energetiche, rispetto per l’ambiente e in ultimo ma non per importanza anche una ridotto livello di rumorosità in decibel, importante soprattutto per quanto riguarda le apparecchiature a temperatura negativa.

5) ACCIAIO INOX AISI...304 -403-201 QUALE SCEGLIERE?

Nel settore dei frigo professionali il termine “acciaio inossidabile” è utilizzato in riferimento ai metalli che  tipicamente vengono impiegati per la realizzazione dei telai. Tra le leghe in commercio le tre più diffuse sono: AISI 304, AISI 430 e AISI 201. Nonostante questi materiali possano assomigliare nell’aspetto, presentano sensibili differenze dovute alla loro composizione chimica e fisica:

- L’acciaio AISI 304 possiamo considerarlo oggi lo standard di riferimento nel campo dell’industria alimentare. Questo tipo di acciaio (austenitico) è particolarmente indicato negli ambienti che presentano un elevato livello di corrosione. La presenza di Nichel e Cromo al suo interno gli conferisce la capacità di conservare nel tempo la tipica caratteristica di resistenza alla corrosione.

- Recentemente si sta affermando anche la famiglia degli acciai serie 400 ed in particolare AISI 430 (ferritico), conquistato un’ampia platea d’impiego nel mondo dell’industria alimentare come alternativa al più nobile e costoso AISI 304 . L’acciaio AISI 430 è caratterizzato da un’alta percentuale di Cromo al suo interno ma al contempo non utilizza Nichel che provocherebbe un sensibile aumento di prezzo del prodotto finito.

- Anche L’acciaio AISI 201  austenitico (come il suo “fratello maggiore” AIS I304) è divenuto nel tempo sempre più popolare grazie alla bassa percentuale di Nichel presente al suo interno. Esso rappresenta l'alternativa più economica agli acciai più blasonati sopra citati.

Per questo motivo negli ultimi anni l’industria dei frigoriferi professionali  si sta orientando sempre più verso soluzioni in grado di offrire ottime caratteristiche strutturali e contemporaneamente bassi costi di produzione. L’acciaio AISI 201 rappresenta ad oggi una delle soluzioni migliori di rapporto qualità/prezzo presenti sul mercato pur non raggiungendo gli alti standard qualitativi del più nobile AISI 304.

Scopri la nostra gamma di Frigoriferi

DOMANDE FREQUENTI

Bianchi attrezzature professionali commercializza armadi refrigerati, congelatori professionali, abbattitori di temperatura, vetrine refrigerate, banchi per pizza e carrelli refrigerati. Questi prodotti operano con temperature che spaziano tra i -22°C per congelatori e abbattitori ai +10°C per gli armadi frigo e gli espositori refrigerati.

Quali tipi di sbrinamento ci sono e qual è la differenza?

- SBRINAMENTO A FERMATA: questo tipo di sbrinamento avviene quando il compressore si spegne, e la temperatura all’interno del refrigerato comincia a risalire, in questo modo, la brina e il ghiaccio presenti nelle pareti interne tendono a sciogliersi in modo naturale. Lo sbrinamento di tipo a fermata solitamente viene utilizzato nei refrigerati a temperatura positiva.

- SBRINAMENTO CON TERMOSTATO DIGITALE: Questo tipo di sbrinamento è migliore perché permette di gestire vari parametri tramite centralina. I termostati elettronici permettono una gestione più evoluta delle fasi di sbrinamento del frigorifero. Questo perché, è possibile impostare l’avvio degli sbrinamenti attraverso svariati criteri. Inoltre è possibile impostare alcuni parametri di sicurezza, come ad esempio l’intervallo di tempo minimo che deve trascorrere tra due sbrinamenti.

E' importante sapere inoltre che nei termostati digitali generalmente viene memorizzato lo stato dello sbrinamento a intervalli prefissati in modo che, in caso di blackout improvviso della corrente elettrica, il termostato possa riprendere correttamente il funzionamento al ritorno dell’alimentazione.

No, l’acqua di condensa viene smaltita autonomamente dal refrigerato tramite evaporazione.

Per una pulizia ordinaria di un frigo professionale è sufficiente pulire la superficie interna e quella esterna con acqua e detergente neutro. Per le pareti inox esterne in caso di sporco particolarmente difficile è possibile reperire in commercio detergenti specifici in grado di sgrassare e sanificare tali superfici.

Bianchi attrezzature professionali è normalmente in grado di fornire tutti i pezzi di ricambio necessari al ripristino dei prodotti trattati. Per assistenza è possibile contattarci con uno di questi metodi:

E-mail: clienti@bianchipro.it

Telefono: (+39) 0541 620526

Whatsapp: (+39) 0541 620526 (solo messaggi)

Puoi trovare maggiori informazioni sull’assistenza cliccando QUI e sulla garanzia cliccando su Condizioni di vendita

Inviaci una e-mail all’indirizzo: clienti@bianchipro.it comunicandoci marca, modello e matricola del tuo prodotto, oppure in alternativa la fotografia leggibile dell’etichetta del prodotto. Ove disponibile, ti invieremo l’esploso del disegno tecnico al fine di individuare con esattezza i componenti di tuo interesse.

Bianchi attrezzature professionali dispone di entrambe le tipologie di prodotto. Se hai dubbi su quale tecnologia sia più adatta alle tue necessità lavorative contattaci un nostro addetto è a disposizione per aiutarti ad individuare il prodotto migliore per le tue esigenze.

Solamente le versioni a doppia temperatura, in grado cioè di offrire due temperature distinte nei singoli vani sono provviste di un divisorio interno. In tutti gli altri casi gli spazi interni dei refrigerati a doppia porta da noi commercializzati, sono comunicanti.

Gli armadi refrigerati sono comunemente dotati di spine SchuKo CEE 7/4 (comunemente chiamata “tedesca”) e sono alimentati a 220 V monofase. Questo consente una installazione molto semplice e rapida in qualsiasi ambiente.

Per prima cosa è necessario scollegare l’apparecchio dalla presa elettrica per evitare rischi di folgorazione durante la procedura di manutenzione. Al fine di mantenere in perfetta efficienza il proprio prodotto, consigliamo di pulire almeno una volta alla settimana i vani interni e il condensatore posto nella parte superiore del frigorifero, dietro la plancia dei comandi. Prima di iniziare la pulizia del condensatore è opportuno chiudere le porte dell’armadio in modo da impedire che i residui della pulizia possano depositarsi all’interno del frigorifero, poi tramite una spazzola o attrezzo similare va rimossa la polvere depositata sul condensatore e raccolta tramite un comune aspirapolvere. Nei periodi di inattività è consigliabile scollegare il refrigerato dalla presa per evitare di sottoporlo inutilmente ad eventuali sbalzi di corrente della linea elettrica.

E' consigliato attendere indicativamente 5/6 ore dalla messa in posizione del frigorifero prima di accendere il frigorifero in quanto il liquido refrigerante che si trova all'interno dell'apparecchio deve stabilizzarsi. Si raccomanda di non accendere l'attrezzatura immediatamente, in quanto si rischia di compromettere il buon funzionamento del prodotto.

Gli armadi refrigerati sono studiati per uso alimentare. Per qualsiasi altro utilizzo è consigliabile, prima dell’acquisto, contattare l’ufficio commerciale che in questo modo potrà consigliarti l’apparecchiatura più adatta alle tue esigenze.

Enrico Bianchi

Autore

Enrico Bianchi

Esperto di attrezzature per la ristorazione, negli ultimi tempi mi occupo anche di divulgazione per aiutare tutti coloro che hanno necessità di districarsi nel complesso mondo delle attrezzature per la ristorazione e l'ospitalità.


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
3% extra sconto per il tuo prossimo acquisto
Ogni mese: Buoni sconto, coupon, anteprime esclusive, guide e promozioni.